ACQUISTA ORA

Vent’anni dopo l’uscita del loro ultimo disco“K”, il nuovo album propone un sound rivisitato, con una nuova carica e pieno di energia: la band è decisa a riprendersi lo scettro del pop che un tempo le apparteneva. “K 2.0” – registrato tra Londra (State Of The Ark) e lo studio belga del bassista Alonza Bevan.

E’ come se il nuovo album chiudesse un cerchio, lanciando uno sguardo al passato: l’opening track “Infinite Sun”, per esempio, è l’adattamento di un vecchio mantra che la band era solita proporre quando Crispian e soci avevano diciannove anni e si esibivano ai festival di strada. Il nuovo album è composto da 11 irresistibili brani che emanano vitalità e forza, regalando un effetto unico: quello di una band elettrizzata di suonare di nuovo insieme.

Kula Shaker in concerto a Villa Ada il 15 luglio

“Quando stiamo suonando tutti insieme in una stanza, è una sensazione imbattibile” dice a tal proposito il batterista Paul Winter-Hart.
I Kula Shaker sono:Crispian Mills (voce / chitarre), Alonza Bevan (basso), Paul Winterhart (batteria), Harry Broadbent (tastiere)

Il folk-soul dal gusto retrò di Fraser Anderson in apertura al live dei Kula Shaker

Aprirà il concerto dei Kula Shaker il chitarrista e cantautore scozzese, Fraser Anderson, che si è fatto conoscere in tutta Europa aprendo i concerti di molti grandi artisti come Joan Armatrading, The Low Anthem, Chuck Berry.