Sei tavoli con altrettante lingue diverse: Inglese, Francese, Spagnolo, Tedesco e Italiano e la Lingua dei Segni. A coordinare i tavoli figure madrelingua che, in maniera informale e divertente, propongono attività quali lettura dei quotidiani in lingua, giochi da tavolo, o semplice conversazione. In un approccio internazionale che trova a Villa Ada la sua naturale collocazione. L’obiettivo di questa iniziativa non è solo la promozione di socialità ma soprattutto la realizzazione di un esperimento di formazione cooperativa e orizzontale, che unisca l’apprendimento partecipato di una lingua all’avvicinamento fra culture. L’iniziativa si rivolge ad un pubblico molto vasto poiché la partecipazione non prevede nessun livello minimo di conoscenza delle lingue: i coordinatori dei tavoli e i madrelingua avranno il compito di amalgamare e valorizzare le diversità, assicurandosi che ciascuno si senta a proprio agio, si diverta e tragga il massimo dall’esperienza.