VILLA ADA ROMA INCONTRA IL MONDO “L’ISOLA CHE C’E’”

“Ho cercato a lungo l’isola che non c’è. Ma il fatto che non c’era mi ha un po’ demoralizzato. Tuttavia ogni tanto la cerco ancora. Non si sa mai che ci sia…” Pier Paolo Pasolini

L’edizione 2016 di VILLA ADA – ROMA INCONTRA IL MONDO rivendica un principio di esistenza, “L’isola che c’è”. Perché qui oggi non serve la fantasia per immaginarla; esiste è raggiungibile e alla portata di tutti.

E’ l’isola del laghetto di Villa Ada che da ventitrè anni, grazie all’ARCI ROMA, è il simbolo dell’intrattenimento estivo capitolino, divenuto uno dei festival storici della città. Negli ultimi tre anni l’unione con l’impresa culturale VITECULTURE – che ne cura la direzione artistica e la completa programmazione delle attività – ha dato al festival una svolta contemporanea registrando un nuovo e massiccio successo, grazie anche ad una rinnovata attenzione ai temi dell’innovazione sociale, della sostenibilità ambientale e delle nuove tecnologie.

Le novità 2016 sono molte. Al fianco dei concerti, molti di alto profilo, si troveranno moltissime attività che faranno di Villa Ada Roma incontra il mondo un luogo da vivere dalla mattina a tarda notte, tutto secondo lo spirito della sostenibilità ambientale e la condivisione; umana, tecnologica, artistica.

Per quarantacinque giorni Villa Ada – Roma incontra il mondo – si offrirà in tutto il suo fascino sette giorni su sette, dalla mattina sino a tarda notte. Un programma fatto di concerti, clubbing, cibo di qualità bio e a km 0, campus estivo per bambini, workshop e un occhio sempre attento alla sostenibilità nel cuore verde di Roma. Ci saranno aree dedicate all’arte, al relax, al gioco, al benessere. Ci si troverà ad ascoltare e a parlare con chi la propria vita l’ha cambiata radicalmente o è in procinto di farlo (ogni lunedì con Escape Mondays), vedere giocolieri e clown deliziare i cuccioli di uomo e i loro genitori (Sunday Villa Ada Circus), avere la propria “opera d’arte” esposta al pubblico, partecipando a un contest che prevede il recupero e la decorazione di vecchi sedili della metro in disuso (progetto Riscarti), partecipare ad un corso di fonia ed incontrare professionisti del settore (Studionero), oppure entrare in un vero “caffè delle lingue” con insegnanti delle principali lingue straniere che stimoleranno l’apprendimento a tutti i partecipanti, costruire strumenti con il riuso di materiali, e moltissime altre attività volte alla condivisione, all’innovazione tecnologica, alla sostenibilità ambientale, tra cui l’importantissimo progetto di ripulitura del laghetto che verrà realizzato da Viteculture, Romana Ambiente, Laboconsult e Accademia Kronos.

E poi gli spettacoli. Fra gli artisti selezionati quest’anno troviamo gli attesissimi WILCO, il rap di TYLER THE CREATOR e l’elettronica dei GRAMATIK, i ritorni in Italia dei KULA SHAKER e ALAN PARSONS LIVE PROJECT, il blues desertico di BOMBINO, il folk della straordinaria LUCINDA WILLIAMS ed ancora la psichedelia dei BLACK MOUNTAIN e dei TORTOISE, l’originalità trascinante di DUB FX; la nostra musica sarà rappresentata da NICCOLÒ FABI, LUCA CARBONI, TIROMANCINO, NADA con la A TOYS ORCHESTRA, SUD SOUND SYSTEM, IO SONO UN CANE, CESARE BASILE, TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI, BANDABARDO’, l’ORCHESTRACCIA le rassegne ROMA BRUCIA – che avrà come headliner CALCUTTA e MOTTA, il FOLK FEST.

Una menzione speciale ad alcuni eventi che pur non avendo a che fare con la musica non mancheranno di richiamare moltissima gente.

L’incontro con il giornalista MARCO TRAVAGLIO, che porterà sul palco di Villa Ada “PERCHÉ NO, Tutte le bugie del Referenzum” – uno spettacolo contro il silenzio delle tv, insieme all’attrice Giorgia Salari (che vestirà i panni della Ministra Maria Elena Boschi),

 

Le “Lezioni di rock” di Ernesto Assante e Gino Castaldo. A Villa Ada porteranno il loro omaggio al genio di David Bowie;

 

Il divertente e commovente spettacolo dell’attore PAOLO RUFFINI dal titolo “Un grande abbraccio”, ideato e realizzato insieme agli attori con disabilità dell’associazione livornese Mayor Von Frinzius.

 

Infine, ma non meno importante, l’intero Festival di Villa Ada – Roma incontra il mondo comunica e si promuove prevalentemente sui canali digitali, con pochissime affissioni.

Si è scelto per il secondo anno di affidarsi unicamente ad ufficio stampa ed azioni di digital marketing.  Una scelta unica fra gli eventi di questa grandezza, coraggiosa, e soprattutto ad impatto ambientale minimo, maturata a conferma della fortunata esperienza dell’anno scorso.

Grande importanza avranno dunque le attività social. Oltre all’hashtag #VillaAda2016 ampio risalto avrà il sito ufficiale www.villaada.org che sarà collettore di informazioni sul programma, con contenuti audio, foto e video esclusivi, aggiornamenti in diretta ed interazione di contenuti con i fan.

Share in
Tagged in