• Quando.25 giugno 2019
  • A che ora.21:30
  • Dove.Villa Ada Roma Incontra il Mondo
  • Biglietti in preventita.€ 15,00 + d.d.p.
Concerto

“NATURA VIVA”, pubblicato da Virgin Records Italia (Universal Music Italia), sorprende per la felice alchimia dei suoni e della scrittura, originale e innovativa. Una tracklist con canzoni ricche di suggestioni, vita quotidiana e mondo vegetale, un disco da ascoltare come una fantastica sequenza di canzoni e da assaporare anche in ogni singolo elemento.
Con due dischi all’attivo e tour sold out in pochissimi anni di attività, gli Eugenio in Via Di Gioia si possono considerare un piccolo fiore all’occhiello della scena musicale italiana. Con questo nuovo progetto consolano e sfidano l’ascoltatore con il racconto di un nuovo mondo in cui sarà bellissimo entrare, da veri flâneur che si emozionano con nuova musica.

Gli EUGENIO IN VIA DI GIOIA sono un gruppo di creativi capaci di immergersi in progetti diversi ma accumunati dallo stesso principio: la comunicazione.

Eugenio Cesaro, Emanuele Via, Paolo di Gioia e Lorenzo Federici sviluppano percorsi formativi sulla creatività per i ragazzi delle scuole superiori e partecipano spesso ad iniziative di divulgazione scientifica, si occupano di riprese video, montaggi, lavori in grafica, illustrazioni e animazione (tra questi lavori anche “PAM-MAN”, il primo videogame musicale per una canzone) e nel loro curriculum hanno persino la produzione di uno spettacolo musicale-teatrale dedicato ai 40 anni della legge Basaglia. All’inizio di quest’anno sono stati ospiti come resident band nella trasmissione Beati Voi su Tv2000.
In linea con la loro natura di imprevedibili mattatori, gli EUGENIO IN VIA DI GIOIA hanno fatto parlare di loro sui media nazionali sia per aver intrattenuto con un live on the road i viaggiatori del treno Italo sulla tratta Torino-Roma in ritardo di oltre 6 ore, sia per i “raduni” in stile flash-mob con i propri fan che hanno riempito le piazze di Torino, Roma, Milano, Bologna e Genova.
Negli ultimi mesi hanno collaborato con la Coldiretti su un progetto legato allo spreco alimentare e sono stati protagonisti di incontri in prestigiosi atenei universitari come la Bocconi dove hanno raccontato agli studenti la loro esperienza che li ha portati dalle strade di Torino, dove hanno iniziato a farsi conoscere come buskers, alla lavorazione di questo nuovo album.